PAPASIDERO – successo per la terza edizione di “Papasidero da valorizzare: percorsi di storia, preistoria, natura”

L’iniziativa, fortemente voluta dall’amministrazione comunale e dal sindaco Fiorenzo Conte, cofinanziata dalla Regione Calabria con fondi dedicati ai Comuni con una popolazione residente entro i 7.000 abitanti (all’art.65 della L.R. 13/85 e Deliberazione di Giunta n.156 del 20 aprile 2022), ha visto la realizzazione di un programma di attività finalizzate alla promozione di una rete di attrattori turistico-culturali presenti sul territorio del comune di Papasidero quali: il “Santuario della Madonna di Costantinopoli”, il Parco archeologico della “Grotta del Romito”, il “borgo Fantasma di Avena”, il “sentiero dei monaci” e il centro storico del borgo.

L’evento si è svolto venerdì 16 e sabato 17 settembre con un programma di visite guidate, orienteering e laboratori didattici nel Borgo e nel parco archeologico della grotta del Romito, degustazioni e un convegno finale, in collaborazione con la Polisportiva Valle Argentino, gli operatori di Visit Papasidero e DidasCalabria.

Nel borgo, in piazza Umberto, sono stati installati stand per la promozione e le degustazioni, si sono tenuti spettacoli d’intrattenimento con gli artisti di strada. Diversi gruppi di turisti della terza età e sociali hanno visitato il borgo di Papasidero, partecipando anche all’iniziativa di orienteering urbano organizzata dalla Polisportiva Valle Argentino ed alle degustazioni preparate con il supporto dell’Istituto alberghiero di Praia a Mare e dell’Azienda agricola Millaromi. Nel parco Archeologico della grotta del Romito, gli studenti delle scuole primarie e secondarie di Papasidero e Laino Borgo, accolti dagli artisti di strada, hanno partecipato ai laboratori didattici finalizzati alla promozione dell’outdoor, alla educazione ambientale ed hanno assistito all’inaugurazione del bassorilievo dedicato a Battista Cersosimo, primo custode del sito.

Sabato pomeriggio, grande interesse ha suscitato la presentazione ufficiale del “dolce del Bos Primigenius di Papasidero” con protagonisti prodotti gastronomici locali e il cedro. Una ricetta unica che il pasticciere Antonino Cicciù ha voluto donare alla comunità di Papasidero.

L’evento si è concluso con il convegno dal titolo “Uomo, Gastronomia e Natura”, moderato dalla giornalista Fabrizia Arcuri. I lavori si sono aperti con l’intervento del sindaco Fiorenzo Conte, visibilmente soddisfatto per la riuscita dell’intera manifestazione, a cui hanno fatto seguito gli interventi di: Luigi Gallo dell’ARSAC che ha trattato di biodiversità, qualità dei prodotti orticoli del Pollino e dei possibili risvolti occupazionali per i giovani del territorio; Luigi Bloise dell’Ente Parco Nazionale del Pollino che ha parlato dei siti archeologici e dei Geositi del Parco, riconosciuti anche patrimonio dell’Unesco; Angelo Napolitano di Visit Pollino, che ha affrontato il tema della centralità dell’uomo in un rapporto a impatto zero con i territori del Parco.

Una due giorni, dunque, estremamente interessante e per molti versi divertente, che ha coinvolto studenti, cittadini, visitatori e i tanti addetti ai lavori, intervenuti appositamente per partecipare all’evento come il gruppo di giornalisti della stampa italiana ed estera in visita al parco archeologico inserito nel programma del press tour organizzato dal Consorzio Operatori Turistici Diamante & Riviera dei Cedri.

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe to our email newsletter today to receive updates on the latest news, tutorials and special offers!