Anteprima Tre Bicchieri 2023. I migliori vini della Calabria

Sul sito gamberorosso.it tutte le anticipazioni ufficiali dei vini premiati con i Tre Bicchieri. I migliori vini della Calabria

Calabria: la rincorsa di Vibo e Reggio Calabria

Continua il momento magico di questa regione che per decenni è stata una sorta di Cenerentola in un Meridione in grande crescita. A essere interessato è soprattutto il sud della Calabria, che fino a qualche anno fa era completamente assente dalla scena enologica nazionale e regionale, se non per qualche sporadica presenza legata soprattutto al dolce Greco di Bianco. Da alcuni anni invece registriamo lo sviluppo delle due province più meridionali: Vibo Valentia e Reggio Calabria, e questo non solo in termini di numeri, che comunque restano bassi, ma soprattutto sotto il profilo qualitativo.

Ad aziende come Tenuta del Travale, Antonella Lombardo, Barone Macrì o Benvenuto, che già si son ben distinte, si sono aggiunte cantine come Masicei, Brancati e Origini & Identità, capaci sin dall’esordio di proporre vini in grado di concorrere per i nostri Tre Bicchieri.

Cirò e i Tre Bicchieri della Calabria

Fortunatamente non mancano novità di rilievo anche nelle altre zone della regione, a partire da Cirò, dove quest’anno si sono concentrati tutti i Tre Bicchieri assegnati alla Calabria, ovvero il Cirò Riserva ’17 di ‘a Vita, il Cirò Riserva ’20 Duca Sanfelice di Librandi, il Pecorello ’21 di Ippolito 1845 e il Grisara ’21 di Roberto Ceraudo. Cantine come Vumbaca, Borgo Saverona, De Mare, Cerminara e Vulcano tanto per citarne alcune, in pochi anni sono riuscite a porsi come valida alternativa di nicchia a storici e grandi produttori come Librandi e Ippolito, grazie a una gamma di vini di grande qualità e originalità.

I numeri del Cosentino

Paradossalmente invece non crescono le tantissime cantine nate negli ultimi anni nel cosentino, anzi per qualcuna di queste non possiamo che a malincuore registrare una certa flessione: in questi anni di vorticoso progresso è comunque mancato un vino capace di conquistare il gradino più alto del nostro podio. Aumentano le aziende, e con esse il numero dei campioni che la nostra commissione regionale si trova a valutare; questo ci costringe a operare delle dolorose selezioni. Parliamo di aziende come Acroneo, ad esempio, ma anche Le Moire, Malaspina, Pacelli, Zito o Santoro… Cercheremo di ovviare nella prossima edizione.

  • Cirò Rosso Cl. Sup. Duca Sanfelice Ris. 2020 Librandi
  • Cirò Rosso Cl. Sup. Ris. 2017 ‘A Vita
  • Grisara Pecorello 2021 Roberto Ceraudo
  • Pecorello 2021 Ippolito 1845

Fonte: gamberorosso.it

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe to our email newsletter today to receive updates on the latest news, tutorials and special offers!