Giornata mondiale delle api. In Italia oltre un milione di alveari, primo Paese in Europa

Gli alveari italiani, denunciati presso le Autorità Sanitarie, ammontano a 1.127.836, uno dei più ricchi patrimoni apistici dell’Unione Europea, che la legge tutela e salvaguarda perché di pubblica utilità e di interesse nazionale.

L’allevamento delle api in Italia – curato da 70.000 Apicoltori (che la legge n. 313/2004 per la Disciplina dell’Apicoltura definisce come coloro che “detengono e conducono alveari), è caratterizzato da un livello di professionalità estremamente variabile che spazia dalle grandi imprese specializzate, alle aziende agricole in cui l’apicoltura è una attività integrativa, fino a coloro che praticano l’apicoltura per finalità di allevamento zootecnico (produzione di sciami e api regine) e/o di autoconsumo (di miele e di altri prodotti apistici). Si tratta, tuttavia, sempre secondo il Programma che il MIPAAF ha stilato d’intesa con Regioni, Province Autonome e Organizzazioni nazionali apistiche, di una pratica strettamente connessa alle produzioni agricole ed alla salvaguardia della flora spontanea che contribuisce ad una gestione sostenibile delle aree marginali e della biodiversità.

“E’ un patrimonio che ereditiamo da generazioni e generazioni di cultori della nobile arte di allevare api – ricorda in questa giornata la FAI – Federazione Apicoltori Italiani – e che ci vede da sempre impegnati a preservarlo, badando sì all’indirizzo produttivo ed economico dell’impresa apistica, senza mai dimenticare che la nostra missione principale è, in primo luogo, la tutela e la salvaguardia della migliore ape del mondo: l’Apis mellifera Ligustica Spinola, autoctona italiana”.

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe to our email newsletter today to receive updates on the latest news, tutorials and special offers!