In Basilicata buone pratiche con il Prelsi

Rapporti di lavoro tracciati e garanzie logistiche, assistenza amministrativa e sociale, integrazione: sono i cardini del modello di buone pratiche di utilizzo di manodopera di migranti in agricoltura, messo a punto dal Piano di responsabilità etica, lavorativa e sociale (Prelsi) sperimentato e attuato in Andalusia (Spagna) e che potrà essere adottato anche in Basilicata e in altre regioni del Mezzogiorno.
E’ il tema che per due giorni sarà affrontato a Matera, nel corso di incontri promossi dalla Regione Basilicata in collaborazione con la società Nova Salus, tra promotori e organizzatori spagnoli del progetto, amministratori e imprenditori di Basilicata e Puglia, quest’ultima capofila del progetto ”Competenze per l’integrazione in Europa” (Com&In).

(ANSA)

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe to our email newsletter today to receive updates on the latest news, tutorials and special offers!