Ue lancia bandi 2022 per programmi di promozione agroalimentare

Campagne in linea con obiettivi Green Deal. Presentazione proposte fino al 21 aprile

La Commissione Ue lancia i bandi 2022 per i programmi europei di promozione agroalimentare, nell’Unione e sui mercati internazionali.

Analogamente al 2021, quest’anno si concentra in modo particolare sulla promozione di prodotti e metodi che sostengono più direttamente gli obiettivi europei del Green Deal. Questo include la promozione di prodotti biologici, ortofrutta e agricoltura sostenibile.

In totale 185,9 milioni di euro sono destinati alla promozione dei prodotti agroalimentari all’interno e all’esterno dell’Ue. Del bilancio complessivo, 176,4 milioni di euro sono dedicati al cofinanziamento di programmi di promozione che saranno selezionati tra le proposte che rispondono ai bandi. Le risorse restanti sosterranno le iniziative dell’Ue in questo campo.

La politica di promozione, quindi, cofinanzierà campagne in linea con le ambizioni del Green Deal, sostenendo gli obiettivi della strategia Farm to Fork, il piano d’azione Ue per il biologico e la comunicazione sull’iniziativa dei cittadini europei “End the cage age”. Le campagne dovranno anche evidenziare gli alti standard di sicurezza e qualità, così come la biodiversità e gli aspetti tradizionali dei prodotti agroalimentari, compresi i sistemi di qualità dell’Ue.

Infine, per le campagne extra Ue, le priorità sono fissate sui mercati ad alto potenziale di crescita come il Giappone, la Corea del Sud e il Canada. Ci si aspetta che le campagne aumentino il consumo e la competitività dei prodotti agroalimentari dell’Ue nei Paesi in questione.

I progetti saranno valutati in particolare per quanto riguarda la sostenibilità dei criteri di produzione e di consumo, in linea con gli obiettivi climatici, ambientali e di benessere degli animali della Pac e con la strategia Farm to Fork.

Le proposte devono essere presentate entro il 21 aprile 2022, attraverso il portale dedicato. La Commissione valuterà le proposte e annuncerà i beneficiari in autunno. L’Agenzia esecutiva europea per la ricerca (REA) fornirà una serie di strumenti per aiutare i candidati a presentare con successo le loro proposte.

L’1 e il 2 febbraio, per esempio, proprio la REA ospiterà una giornata informativa sui nuovi bandi (il link qui). Il primo giorno sarà dedicato agli aspetti politici, come la revisione in corso della politica di promozione e le priorità per gli inviti a presentare proposte del 2022. Il secondo giorno esaminerà lo sviluppo di campagne di successo e includerà sessioni di matchmaking tra potenziali partner di progetto.

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe To Our Newsletter

Subscribe to our email newsletter today to receive updates on the latest news, tutorials and special offers!